Il College ebbe inizio nel 1963 nelle menti e nei cuori di Jerald Johnson, missionario in Germania, e Bob Cerrato, missionario in Italia. La visione era quella di servire l’Europa continentale preparando uomini e donne al ministero. Si trovò un edificio, in un piccolo villaggio tedesco posto in un’enclave svizzera, il villaggio di Büsingen. La missione del College, fin dall’inizio, fu di mantenere una dimensione internazionale, adoperando l’inglese come lingua di insegnamento per preparare persone all’ordinazione e al servizio cristiano. L’istituto fu chiamato European Nazarene Bible College (ENBC) e fu inaugurato nel 1965 con il Rev. John B. Nielson quale primo rettore; le classi ebbero inizio il 10 gennaio 1966.

Per tutta la sua esistenza, il College è stato ben attento a perseguire il suo scopo originale. Nel 1977 fu affiliato alla Mid-America Nazarene University (MNU) e poté, così, offrire un Bachelor of Arts (Baccellierato in Arti Liberali) pienamente accreditato. Nei primi anni ’90, come risultato immediato della caduta del Comunismo e della cosiddetta “cortina di ferro,” l’istituto iniziò un programma di studi teologici a distanza ampliando, così, la sua missione per l’inclusione di studenti di nazioni diverse che non potevano recarsi a studiare nel Campus di Büsingen e/o studiare in inglese. Nel 2001, il nome fu cambiato in European Nazarene College (EuNC). Questo cambiamento richiese diversi anni e fu accolto nella speranza che il nuovo nome potesse riflettere più accuratamente il profilo didattico dell’istituzione.

L’EuNC, consapevole che la rapida trasformazione dell’ambiente europeo e della CIS richiedesse un mutamento drastico del modo in cui offrire l’istruzione teologica per il ministero, nell’autunno del 2004 diede inizio ad un progetto di trasformazione da completare in sette anni. Nel gennaio 2006, il Consiglio dei Fiduciari accolse la nuova strategia Moving Forward (Andando avanti) risultante da questo progetto. La strategia riaffermava la definizione della missione e visione dell’EuNC ed elencava le priorità organizzative per il futuro in modo da divenire “un istituto multiculturale e multinazionale con un Campus e un centro amministrativo e molti Centri didattici in varie nazioni europee” puntando ad “un’alta mobilità dei membri della facoltà e degli studenti tra il Campus e i vari Centri didattici, per offrire loro il meglio dell’istruzione sia residenziale che a distanza.”

Negli ultimi anni, l’EuNC si è impegnata ad attuare la strategia Moving Forward. L’istituto ha adattato le sue strutture accademiche e amministrative per meglio sostenere la scuola a distanza creando un ampio sistema di interconnessione tra facoltà e studenti, che vivono e studiano in nazioni diverse, e con un curriculum che mantiene uno spazio per la contestualizzazione nelle varie culture europee e nella CIS. Nel 2007-’08 è stato lanciato un nuovo curriculum, basato sui risultati fin qui ottenuti, e adattato ai diversi contesti europei e della CIS. In quello stesso anno, la scuola ha adottato il Sistema Europeo di Trasferimento ed Accumulo dei Crediti (ECTS).

Nell’anno finale stabilito secondo il piano strategico 2010-11, l’istituto, pur avendo raggiunto tutti gli obiettivi prepostisi, si ritrovò in una situazione diversa da quella prevista dovendosi confrontare con sviluppi imprevisti quali una significativa diminuzione di iscritti al campus, problemi di pieno accredito di tutti i centri didattici nell’ambito dell’accordo con l’MNU e diminuzione di risorse economiche e di personale. Di conseguenza, nell’estate del 2011, l’EuNC decise di chiudere il programma residenziale per concentrarsi totalmente sui Centri di istruzione a distanza. Nel 2015 la proprietà di Busingen è stata venduta. L’EuNC è adesso, pienamente, una scuola in molte nazioni con Centri di istruzione in nazioni diverse ed un’amministrazione generale per adempiere la missione della Chiesa. Il piano strategico, “Visione 2020”, è stato sviluppato in risposta a questa enfasi.

Oltre a questi mutamenti, da novembre 2012 l’EuNC è accreditato dall’European Evangelical Accrediting Association (EEAA) per il Certificato di Formazione Spirituale (60ECTS) e il Diploma di Ministero Cristiano (120 ECTS).